ValCama

Val Cama - Val Leggia - Val Grono

La maggiore riserva forestale della Svizzera fuori dal parco nazionale.

La riserva forestale spazia da 450 m s.l.m. fino al limitare del bosco, a un’altitudine di 2200 m s.l.m. In gran parte della riserva forestale si garantisce, preservando i vari processi, lo sviluppo naturale e dinamico del bosco, senza l’intervento dell’uomo. Nelle riserve forestali particolari continua ad essere praticata o è stata reintrodotta l’economia alpestre tradizionale con pascolo. Questo consente altresì di promuovere la diversità del paesaggio rurale semiaperto, con la sua flora e fauna.

Sono state censite almeno 24 diverse categorie di bosco, tra cui: boschi di carpinella, castagneti, querceti, ma anche boschi di aceri, ontaneti, faggeti, abetaie o ancora boschi di abeti rossi e lariceti nonché riserve di pini mughi al limitare del bosco: un’immensa ricchezza insomma. La preservazione della dinamica naturale consente di capire lo sviluppo degli ecosistemi forestali e delle strutture boschive non sfruttate, in particolare alla fine del ciclo di sviluppo del bosco e della vita degli alberi al Sud delle Alpi. L’escursionista resterà affascinato dal paesaggio che incontrerà sul suo cammino: boschi romantici sul ciglio di gole e burroni con alberi possenti e nodosi, ma anche tronchi in decomposizione ancora in piedi od ormai caduti. Le tre valli sono accessibili solo attraverso i percorsi escursionistici, non ci sono strade.

 

L’Alp de Lagh nella Val Cama è un sito singolare

Dopo anni di abbandono, dal 2004 a questa parte, sono state reintrodotte sull’alpe mucche, capre, pecore, maiali lanosi e galline. Si tratta di antiche razze di animali da reddito minacciate di estinzione: con il sostegno del Fondo Svizzero per il Paesaggio si è data vita a un’alpe modello ProSpecieRara.

Statuto di protezione

Riserva forestale protetta e riserva forestale particolare a livello comunale con la partecipazione di Pro Natura e del Cantone dei Grigioni.

Contratto di protezione

I Comuni di Cama, Leggia e Verdabbio hanno approvato lo statuto di riserva forestale nel 2006.

Il 19 ottobre 2007 le parti hanno firmato il contratto che sancisce la nascita della riserva naturale, entrato in vigore il 1º gennaio 2008.

Impegno di Pro Natura

Pro Natura versa ai comuni un indennizzo di 370 000 franchi per il mancato profitto. Per la maggior parte i fondi confluiscono nel piano di sviluppo paesaggistico Val Cama.

L’aiuto di Pro Natura è reso possibile grazie al contributo della fondazione Hauser.